Comune di Campi Bisenzio

art. 28

Conflitto di interesse

  1. I Consiglieri devono astenersi dal prendere parte alla discussione e alla votazione di delibere riguardanti interessi propri o di loro parenti o affini sino al quarto grado. L'obbligo di astensione non si applica ai provvedimenti normativi o di carattere generale, quali i piani urbanistici, se non nei casi in cui sussista una correlazione immediata e diretta fra il contenuto delle deliberazione e specifici interessi dell'amministratore o di parenti o affini fino al quarto grado.
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito