1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 

Piazza Dante 36, 50013 Campi Bisenzio - Tel. 055 89591 Fax 055 891965 - comune.campi-bisenzio@postacert.toscana.it

 
 
 
Contenuto della pagina

Archivio storico e Sezione locale

L'archivio storico preunitario, collocato al primo piano della biblioteca, è costituito dall'insieme degli atti e dei documenti che sono il risultato dell'attività amministrativa dell'Ente e che si sono sedimentati nel corso dei secoli indipendentemente dal mutare delle forme di organizzazione politica. I documenti sono la fonte principale per ricostruire la storia di una comunità. Essi sono, dunque, una sorta di prezioso telescopio che serve a investigare mondi a volte lontanissimi da noi nel tempo.

L'archivio storico preunitario conserva n. 789 pezzi, gli atti prodotti fino al periodo dell'unificazione nazionale dalle diverse magistrature operanti sul territorio della comunità e comprende le seguenti tipologie di documenti:

- Atti della lega, della podesteria e della comunità dal 1500 al 1808;
- Atti processuali civili dal 1725 al 1788;
- Atti della Mairie dal 1808 al 1814;
- Atti del Cancelliere di Campi Bisenzio dal 1814 al 1865;
- Atti della ricostituita Comunità dal 1814 al 1865;
- Atti dell'ingegnere circondariale dal 1825 al 1860.


In archivio è conservato anche il "Cabreo di carte di popoli e strade della comunità di Campi Bisenzio" di Vittorio Gabrielli e Francesco Valentini. Il Cabreo, che risale al 1777, contiene anche carte relative alle comunità di Signa e Calenzano.
Ciascuna carta documenta, principalmente, la situazione viaria dei singoli popoli delle diverse comunità; per quanto riguarda il territorio di Calenzano, in alcuni casi le carte fanno riferimento a due popoli. Le carte dei popoli sono ordinate a partire dai territori situati più a sud (Signa), fino a quellli più settentrionali. La finalità principale del Cabreo era quella di identificare i soggetti tenuti alla buona conservazione delle strade.
 
Le vicende dell'Archivio storico
Le prime notizie sull'archivio sono ricavabili da due fonti settecentesche nelle quali si attesta che, fin dal secolo XVI, il materiale documentario, relativo all'archivio amministrativo della comunità di Campi si trovava conservato presso la Cancelleria di Fiesole dalla quale, amministrativamente, essa dipendeva. L'archivio giudiziario o podestarile era invece conservato presso la sede del Podestà nel palazzo pretorio. Nel 1808, a seguito dell'annessione della Toscana all'Impero francese e la conseguente trasformazione politico-istituzionale, si verificò uno smembramento dell'archivio della Cancelleria di Fiesole, che comportò il ritorno a Campi dell'Archivio amministrativo.
L'archivio giudiziario venne invece trasferito presso la Cancelleria del tribunale di prima istanza di Firenze. Nel 1815, con la Restaurazione, venne ripristinata la situazione precedente al periodo francese ma l'anno successivo l'archivio amministrativo fu di nuovo trasferito da Fiesole a Campi, insieme con gli archivi delle comunità di Calenzano, Montemurlo e Signa che, da quell'anno erano state poste sotto il controllo dell'aiuto-cancelliere di Campi. In questa sede, i locali del palazzo Pretorio, l'archivio fu più volte riordinato, precisamente negli anni 1823, 1838, 1841, 1861.
Negli anni trenta l'archivio si arricchì delle carte relative al catasto particellare e di quelle dell'ingegnere circondariale prima conservate a Fiesole. Intanto, nel 1839 Campi divenne sede di cancelleria. In tale occasione fu ridefinita la sua nuova circoscrizione amministrativa, con il distacco del Comune di Montemurlo passato sotto la giurisdizione della Cancelleria di Prato.
Di conseguenza le carte relative a Montemurlo lasciarono la sede di Campi e furono trasferite a Prato.
Con l'Unità d'Italia e più precisamente con l'unificazione amministrativa del 1865, l'archivio subì un ulteriore smembramento poiché gli archivi delle Comunità di Calenzano e Signa vennero restituiti ai Comuni di competenza. Gli atti catastali invece furono trasferiti presso l'ufficio provinciale del registro e oggi risultano conservati presso l'Archivio di Stato di Firenze. Infine, per quanto riguarda l'archivio giudiziario, nel 1870 ne fu ordinato il trasferimento a Firenze presso l'ufficio della Pretura. Anche queste carte sono confluite ali' Archivio di Stato, tuttavia una parte del materiale, disattendendo gli obblighi di legge, rimase nella sede di Campi.

Il Comune di Campi Bisenzio ha aderito al progetto Mercatore, coordinato dalla Sovrintendenza Archivistica per la Toscana, che ha reso disponibile online tutte le carte settecentesche dell'area fiorentina. Le carte sono consultabili nel sito del Sistema Documentario dell'Area Fiorentina. Nello stesso sito sono consultabili anche gli inventari degli archivi storici di alcuni comuni dell'area.

Modalità di accesso
Data la particolare tipologia, la delicatezza - principalmente strutturale - e l'unicità del materiale archivistico, sono necessarie norme specifiche che ne regolino la consultazione. Occorre infatti una specifica autorizzazione della Soprintendenza Archivistica per la Toscana di Firenze per essere ammessi in archivio ed è sempre opportuno - al fine di evitare di impelagarsi in una ricerca che potrebbe rivelarsi vana - chiedere un incontro con il bibliotecario che è in grado di indicare quali tipi di atti possono contenere una determinata informazione e, soprattutto, se l'informazione che si cerca è ricavabile dalle carte presenti presso l'archivio.

Dopo la prima registrazione dei dati personali dell'utente nel registro che raccoglie i nominativi delle persone autorizzate all'accesso in archivio, è possibile consultare i documenti d'interesse e segnalarli in un apposito modulo. Il personale addetto alle sale è di aiuto in queste poche e semplici operazioni.
I documenti sono consultabili nella stanza dell'archivio che offre la possibilità di 4 posti a sedere; nella stessa stanza è presente un fondo di documentazione della realtà locale consultabile in sede o disponibile per il prestito.

 

Il catalogo della Sezione locale

 
Archivio storico preunitarioArchivio storico preunitario
 
Archivio storico preunitarioArchivio storico preunitario
 
Archivio storico preunitarioArchivio storico preunitario
 
Ultima Modifica: 18/05/2017

Piazza Dante 36, 50013 Campi Bisenzio - Tel. 055 89591 Fax 055 891965
Partita Iva 00421110487 - comune.campi-bisenzio@postacert.toscana.it

  1. Valida il codice XHTML della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C
  2. Valida il codice CSS - collegamento al sito esterno, in lingua inglese, del W3C
  3. Vai alla dichiarazione di accessibilità
  4. Vai alla dichiarazione di accessibilità