1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 

Piazza Dante 36, 50013 Campi Bisenzio - Tel. 055 89591 Fax 055 891965 - comune.campi-bisenzio@postacert.toscana.it

 
 
 
Contenuto della pagina

Votare per il Comune

Per votare è indispensabile avere la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento.

Fuori dal seggio è affiso il manifesto per l'elezione del Sindaco e del Consiglio comunale, con i nomi dei 6 candidati a Sindaco e le 11 liste che li sostengono con i simboli ed i nomi dei candidati di ogni lista.

Al seggio, dopo aver presentato la tessera elettorale ed il documento di riconoscimento, vengono consegnate una matita copiativa ed una scheda di colore azzurro per votare il Sindaco ed il Consiglio comunale di Campi Bisenzio.

 

Il Sindaco è eletto direttamente dai cittadini. Gli aventi diritto al voto sono 31.638, 15.249 uomini e 16.389 donne, a cui vanno aggiunti 99 elettori delle liste aggiunte di cittadini comunitari e della sezione Bolzano, 23 uomini e 76 donne.

Contestualmente vengono eletti i 24 componenti del Consiglio comunale di Campi Bisenzio.

 

La scheda

Sulla scheda, di colore azzurro, sono stampati a sinistra nome e cognome dei 6 candidati alla carica di Sindaco di Campi Bisenzio, con a fianco i simboli della lista o delle liste che li sostengono.

 

Il Sindaco

E' proclamato Sindaco il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi.

Qualora nessun candidato ottenga la maggioranza al primo turno, domenica 26 e lunedì 27 maggio si terrà il turno di ballottaggio, domenica 9 e lunedì 10 giugno, tra i due candidati che hanno riportato il maggior numero di voti.

 

Il voto disgiunto

Per il Comune si può esprimere il cosiddetto voto disgiunto tracciando un segno, ad esempio una X, sul nominativo di un candidato alla carica di Sindaco e un altro segno sul simbolo di un partito o movimento politico non collegato a quel candidato.

 

Liste e preferenze

A Campi Bisenzio sono 11 le liste presentate e ciascuna è contraddistinta da un simbolo.

La preferenza si esprime scrivendo il nome e cognome di un candidato alla carica di Consigliere comunale appartenente alla lista prescelta. L'elettore può esprimere solo due voti di preferenza.

 

Qualche precisazione sul voto di preferenza:

  • ogni elettore può manifestare non più di due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale, avendo presente che, nel caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diver­so, a pena di annullamento della seconda preferenza (art. 73, comma 3, secondo e terzo periodo, del decreto legislativo n. 267/2000); 
  • le preferenze devono essere manifestate, esclusivamente, per candidati compresi nella lista votata (art. 73, comma 3, secondo periodo, del decreto legislativo n. 267/2000); 
  • il voto di preferenza si esprime scrivendo, con la matita copiativa, nelle apposite due righe stampate sotto il contrassegno della lista votata, il cognome dei candidati preferiti, compresi nella lista medesima (art. 73, comma 3, secon­do periodo, del decreto legislativo n. 267/2000); 
  • in caso di identità di cognome tra candidati, deve scriversi sempre il nome e il cognome e, ove occorra, la data di nascita;
  • qualora il candidato abbia due cognomi, l'elettore, nel dare la prefe­renza, può scriverne uno solo. L'indicazione deve contenere entrambi i cognomi quando vi sia possibilità di confusione fra più candidati (articolo 57, primo comma, del testo unico n. 570/1960).
 

Come si vota

Esclusivamente con la matita copiativa consegnata al seggio ciascun elettore può:

 
  • con un unico voto, votare per un candidato alla carica di sindaco e per una delle liste ad esso collegate, tracciando, con la matita copiativa, un segno sul contrassegno di una di tali liste, poste alla destra del nominativo prescelto. In tal caso, l'elettore esprime un voto valido sia per il candidato alla carica di sindaco sia per la lista preferita (art. 72, comma 3, del decreto legislativo n. 267/2000);
  • esprimere un voto disgiunto e cioè tracciare, con la matita copiativa, un segno sul rettangolo recante il nominativo di un candidato alla carica di sindaco ed un altro segno su una lista non collegata al candidato-sindaco prescelto (art. 72, comma 3, del decreto legislativo n. 267/2000); 
  • tracciare un segno di voto sia sul contras­segno prescelto sia sul nominativo del candidato alla carica di sindaco, collegato alla lista votata. In questo caso, il voto si intende validamente espresso sia in favore del candidato alla carica di sindaco, sia in favore della lista ad esso colle­gata (art. 6, comma 1, del D.P.R. n. 132/1993);
  • tracciare un segno di voto sul nominativo del candidato alla carica di sindaco o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso, senza segnare alcun contrassegno di lista. In tal caso, si intende valida­mente votato solo il candidato prescelto ed è esclusa ogni attribuzione di voto alla lista o alle liste collegate (art. 6, comma 3, del D.P.R. n. 132/1993);
  • manifestare il voto di preferenza per candidati alla carica di consiglie­re comunale, segnando, nelle apposite righe stampate sotto ogni contrassegno, i nominativi dei candidati preferiti appartenenti alla lista prescelta, senza apporre alcun segno di voto sul relativo contrassegno. In tal caso, si intende validamente votata anche la lista cui appartengono i candidati votati nonché il candidato alla carica di sindaco, collegato con la lista stessa, salvo che l'elettore non si sia avvalso della facoltà indicata al precedente punto b), e cioè abbia espresso un voto per un diverso candidato alla carica di sindaco (art. 5, comma 1, del D.P.R. n. 132/1993).
 

Una volta votata e piegata nella cabina, la scheda va consegnata ad un componente del seggio o immessa direttamente nell'urna.

 

Al momento di uscire dal seggio è importante ricordarsi di riprendere sia il documento che la tessera elettorale.
 


 
 
Ultima Modifica: 05/07/2016

Piazza Dante 36, 50013 Campi Bisenzio - Tel. 055 89591 Fax 055 891965
Partita Iva 00421110487 - comune.campi-bisenzio@postacert.toscana.it

  1. Valida il codice XHTML della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C
  2. Valida il codice CSS - collegamento al sito esterno, in lingua inglese, del W3C
  3. Vai alla dichiarazione di accessibilità
  4. Vai alla dichiarazione di accessibilità