1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
 

Piazza Dante 36, 50013 Campi Bisenzio - Tel. 055 89591 Fax 055 891965 - comune.campi-bisenzio@postacert.toscana.it

 
 
 
Contenuto della pagina

APPROVATO IL BILANCIO PREVENTIVO 2014

Intervento del Sindaco Emiliano Fossi

Sono da tempo in Consiglio Comunale a Campi ricoprendo ruoli diversi ed ho sempre sentito esprimere il desiderio, mai realizzato purtroppo, che anche dalla minoranza emergessero proposte alternative. Anche stavolta mi trovo a fare i conti, da sindaco, con interventi a dir poco fantasiosi: per esempio il consigliere Gandola propone, per risanare i conti, la vendita di Farmapiana o la cessione delle azioni di Consiag; o ancora Rigacci che definisce, con non poca contraddizione, l'intervento sulla Matteucci, a suo dire scuola che cade a pezzi, un intervento di semplice manutenzione e non un'opera pubblica.
Sono pronto ad ascoltare proposte alternative e a confrontarmi su di esse, ma ci tengo a precisare che ragionando in un'ottica di bene comune anche l'opposizione dovrebbe essere contenta degli obiettivi raggiunti in questo primo anno: vedi tra tutti l'affidamento dei lavori per il ponte Einstein, la palestra e il plesso della scuola Matteucci e la riduzione del costo degli affitti degli uffici di Via Pasolini.
Mi rendo conto di come all'opposizione possa fare rabbia l'idea del gruppo di amici perché è un concetto che evoca unità, lo stare insieme e l'andare d'accordo. Piacerebbe molto di più si fosse divisi in Giunta e all'interno dei gruppi consiliari, ma non è così: l'ho detto più volte, non voglio pormi come uomo solo al comando e quindi da tempo ci siamo abituati come squadra e come gruppo a confrontarci e a discutere delle decisioni che andiamo a prendere, rafforzandoci ogni volta di più con questi confronti.
Mi prendo tutta la responsabilità di questo bilancio, il primo vero della mia Giunta, basato su 3 criteri fondamentali: il progressivo risanamento dei conti dell'Ente; con questo, tenere insieme il mantenimento di un alto livello di servizi per i cittadini; e, infine, continuare con gli investimenti con le risorse effettivamente a disposizione.

Il bilancio di previsione 2014 oltre a risentire dei generali tagli effettuati dal governo centrale è aggravato dalle penalizzazioni a cui siamo soggetti a causa della criticità sui tempi medi di pagamento, dovuta al dover far fronte ad un ingente arretrato: siamo in pari col pagamento delle fatture 2013 nei tempi previsti dalla legge, fatta eccezione per alcune partite con le società partecipate; altrettanto non si può dire per gli anni precedenti.
Per chiudere l'esercizio 2013 abbiamo potuto utilizzare l'avanzo d'amministrazione 2012 di circa 1milione e 800mila €, quest'anno invece ciò non è possibile, poiché, ci siamo impegnati ad accantonarlo integralmente a copertura dei crediti di dubbia esigibilità a seguito della pronuncia della Corte dei Conti relativa al consuntivo 2012.

A fronte di un'entrata complessiva per la parte corrente dell'anno 2013 pari a poco più di 40 milioni di euro, nel bilancio di previsione che siamo ad illustrare troviamo entrate per meno di 37 milioni, frutto anche della scelta fatta rispetto all'invarianza di gettito derivante da tasi/imu ma anche di una rimodulazione in senso più equo dell'addizionale irpef.
Sono state riviste le tariffe mensa, andando ad introdurre costi differenziati in base a 6 fasce isee, che consentono una progressività maggiore a fronte di un minimo innalzamento costo del pasto, che in ogni caso resta fra i più bassi di tutta la piana. Abbiamo inoltre introdotto in tutte le scuole sistemi di rilevazione delle presenze che consentiranno di calcolare il numero di pasti realmente fruito e quindi da corrispondere. Tutto questo consentirà di trovare copertura alle agevolazioni per il secondo e terzo figlio, nella fascia 10mila - 30mila ISEE.
Resta totalmente invariato il servizio di trasporto scolastico, mentre per quanto concerne il nido è stato calcolato il solo incremento istat.
Passando poi al tema TARI, anche per quest'anno viene riproposto sostanzialmente il piano finanziario dello scorso anno che assorbe però la scelta dell'incremento del porta a porta domestico ma soprattutto industriale, il cui maggior costo viene compensato da una riduzione dello spazzamento strade in alcune zone, laddove si è reputato, dopo attenta valutazione, che una minor frequenza dell'intervento non andasse a produrre effetti negativi sul territorio.


Passando a questo punto al versante spesa si rende opportuna una imprescindibile considerazione generale che è la seguente: il bilancio del Comune di Campi Bisenzio si caratterizza per una forte rigidità rispetto alla spesa corrente, elemento che rende complesso intervenire.
Ed è per questo che si è proceduto in maniera capillare ed attenta nell'esame delle voci che lo compongono, al fine di rintracciare ogni possibilità di ritocco che da un lato fosse consentita negli spazi non vincolati da rapporti giuridici in essere, ed in questo momento non rescindibili, e dall'altro non andasse ad intaccare il livello dei servizi.
L'obiettivo è stato dunque intervenire su quelle spese che, ad oggi, era necessario in taluni casi, possibile in altri e - a nostro avviso - giusto in altri ancora ottimizzare e/o ridurre ma al tempo stesso garantire i servizi ed il loro livello qualitativo.
Vorrei fare un accenno alle scelte più significative di risparmio: si veda per esempio l'abbattimento di alcuni canoni di locazione, a partire dagli uffici di Via Pasolini (da 171.580 € annui ad euro 122.000) per passare ai locali posti in San Donnino, disdettati a decorrere dal 01.09.14 ( canone di locazione di 18.000 €/anno), alla palestra di Via Alfieri, disdettati a partire dal 01.08.14 (canone di euro 90.560,00 euro).
L'Amministrazione ha anche già provveduto ad inoltrare richiesta di riduzione del 15% su tutti i canoni di locazione in essere, come previsto dalla legge.

Altra scelta importante che ci siamo sentiti di fare è stata quella di non rinnovare per il 2014 la convenzione con la società ICA in materia di tributi, avente ad oggetto il front office, l'attività relativa alle denunce ici/imu e l'istruttoria per l'emissione degli accertamenti: un risparmio per il Comune nella direzione di "riappropriarsi" in buona parte della gestione tributi, punto - a nostro avviso- nodale sul quale ci sembra doveroso dover puntare, oltre che per una questione di monitoraggio ed efficacia a fini strettamente economici, anche per interpretare al meglio quella mission che deve essere propria di un'ente pubblico e che deve sostanziarsi in azioni volte al conseguimento, ed alla salvaguardia, di una sempre maggiore equità sociale a cui l'attività tributaria è inscindibilmente connessa.

Nell'ambito delle attività di contrasto dell'evasione fiscale è stata presentato un progetto che si inserisce nell'ambito delle azioni promosse e finanziate dalla Regione Toscana, che prevede una sinergia strutturale tra l'ufficio tributi e la polizia municipale, già avviata attraverso la costituzione di un ufficio integrato. In attesa di conoscere l'esito circa l'ammissione al finanziamento verrà in ogni caso promossa la collaborazione tra gli uffici interessati sopra menzionati finalizzata ad un maggiore controllo e quindi ad una più efficace lotta all'evasione.

I debiti fuori bilancio trovano in parte copertura in questo esercizio, e troveranno la restante copertura nel bilancio pluriennale, come ci è consentito dal TUEL.

Arrivando, infine, alla parte investimenti mi preme innanzitutto fare cenno a quanto ci eravamo riproposti quando abbiamo dato il via alla sperimentazione della riapertura del centro storico in fascia oraria; non appena approvato il bilancio di previsione sarà cura degli uffici attivare le procedure per addivenire all'acquisto di 3 porte telematiche da collocarsi in corrispondenza dei tre accessi.
Oltre a ciò si procederà anche al noleggio di un visual red, che verrà posizionato in luogo individuato ad alta pericolosità, oltre che all'acquisto di un autovelox mobile.
Sono da poco iniziati i lavori alla palestra della scuola Matteucci ed è stata esperita la gara per l'affidamento dei lavori relativi al primo lotto per la messa in sicurezza della stessa scuola.
Inoltre sono iniziati i lavori per la realizzazione della cassa di laminazione Vingone Lupo, che hanno consentito ad Esselunga di richiedere, ed ottenere, l'agibilità dei locali e quindi, di conseguenza, di poter procedere con il trasloco.
Infine, rispetto al Ponte Einstein, è stato approvato il progetto definitivo per poter procedere all'affidamento in appalto dei relativi lavori.
Altro importante risultato "portato a casa" dell'Amministrazione è il finanziamento per l'acquisto di n. 4 mezzi elettrici, contributo regionale che non prevede alcuna partecipazione economica da parte dell'ente.
Per concludere vorrei ringraziare tutti gli Assessori per l'esperienza, la disponibilità e l'impegno profuso nella redazione di questo bilancio; abbiamo lavorato insieme con un grande e partecipato spirito di squadra, che ci ha consentito di arrivare a scelte, seppur talvolta complesse, tanto ponderate quanto condivise.
Vorrei altresì ringraziare il Direttore del Settore Risorse Finanziarie e con lui tutti gli altri Direttori, i quali, ognuno nell'ambito delle proprie materie, hanno fornito a noi Amministratori supporto a competenza mettendosi a totale servizio dell'ente, così come gli uffici tutti hanno fornito collaborazione preziosa affinché si potesse lavorare con quell'animo a cui poc'anzi accennavo.

 
Ultima Modifica: 06/08/2014

Piazza Dante 36, 50013 Campi Bisenzio - Tel. 055 89591 Fax 055 891965
Partita Iva 00421110487 - comune.campi-bisenzio@postacert.toscana.it

  1. Valida il codice XHTML della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C
  2. Valida il codice CSS - collegamento al sito esterno, in lingua inglese, del W3C
  3. Vai alla dichiarazione di accessibilità
  4. Vai alla dichiarazione di accessibilità