Contenuto della pagina

L'autentica di firma

Che cos'è

L'autentica di firma è l'attività che svolge il funzionario incaricato dal Sindaco in relazione alla sottoscrizione di un documento.
Questi, esaminato il documento, consentirà la sottoscrizione in sua presenza, previo riconoscimento del dichiarante e ne attesterà l'autenticità della firma apposta. Quindi sottoscriverà a sua volta il documento con data certa.
La competenza del funzionario incaricato dal Sindaco è una competenza residuale rispetto a quella più vasta riconosciuta al Notaio.
Ne consegue che sono pochi i documenti in relazione ai quali si può chiedere l'autenticazione comunale.
In linea di massima è possibile autenticare in Comune le dichiarazioni che riguardano stati - fatti e qualità personali. E dunque non sono, ad esempio, autenticabili impegni futuri, conferimenti di poteri di rappresentanza ad altri soggetti ecc...

Cosa serve

La dichiarazione contenuta nel documento deve essere presentata al funzionario incaricato dal Sindaco per un primo esame di contenuto. Tale attività serve ad escludere che non sia di competenza del Notaio. Quindi occorre che essa sia sottoscritta davanti al funzionario e datata.
Contestualmente occorre presentare un documento di identità in corso di validità.
 

Costi

I costi seguono l'uso del documento.
L'autentica è ordinariamente soggetta all'imposta di bollo ( 16 euro ) fin dall'origine a cui si aggiungono i diritti di segreteria.
Fanno eccezione i casi di "carta libera" prevista dalla vigente normativa.

Dove recarsi

Normativa

L'autentica della firma può essere richiesta agli sportelli dei Servizi Demografici negli orari di apertura.

D.P.R. 445/2000
D.P.R. 642/1972

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO