Contenuto della pagina

Recensione di Maria Teresa Callegari - 22 febbraio 2005

Immagine della copertina del libro Il rumore della brina di Lorenzo Mattotti & Jorge Zentner

Il rumore della brina

Lorenzo Mattotti & Jorge Zentner
Disegni di Mattotti; testi di Zenter
Traduzione di Lilia Ambrosi
Einaudi, 2003; 28 cm
Einaudi Tascabili Stile Libero
Coll: G FUM 741.59 MAT

 
 

Per caso mi è arrivato fra le mani un fumetto: dico per caso perché in genere non sono una lettrice di fumetti, ma questo libro secondo me è veramente bello. Gli autori sono due e uno di questi, Lorenzo Mattotti è considerato uno dei maggiori illustratori del mondo. Infatti chi ama il disegno, i colori, la pittura ne è subito colpito fin dalle prime illustrazioni e poi via via è piacevole soffermarsi pagina dopo pagina e osservarne anche i particolari.

La storia è molto significativa e direi attuale e profonda: il protagonista Samuel Darko non può sentire il rumore delle cose, perché dentro di lui c'è un rumore più forte di tutti, il rumore della paura rappresentata da uccelli grandi e neri. È la paura della vita, di avere un figlio dalla sua donna Alice, che parte per un paese lontano. Mi ha fatto riflettere una frase scritta nella lettera che riceve Samuel da Alice: "anche la solitudine può essere una gabbia in cui rinchiudiamo le nostre paure". Samuel decide allora di affrontare un viaggio: è un viaggio dentro di sé, un lungo viaggio per imparare a non fuggire più, un viaggio per imparare a vivere e sentire finalmente il rumore della brina.

 

 
 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO