Contenuto della pagina

"La giornata del Ricordo e il dovere di coltivare le memorie della storia"

"Oggi è la Giornata del Ricordo - dice il Sindaco Emiliano Fossi - una tra le pagine peggiori della storia italiana. La memoria è quella di migliaia di italiani dell'Istria, del Quarnaro e della Dalmazia che, al termine del secondo conflitto mondiale, subirono indicibili violenze trovando, in molti, una morte atroce nelle foibe del Carso. I pochi riusciti a fuggire dallo sterminio furono costretti all'esilio. A lungo, per motivi estremamente diversi fra loro, le forze politiche di destra e di sinistra hanno nascosto, o si sono disinteressate, dei crimini commessi dalla Jugoslavia di Tito contro gli Italiani. Questa giornata è un momento fondamentale per affrontare in maniera condivisa le barriere di odio e discriminazione e ci ricorda che la memoria è costituita da tante parti che abbiamo il dovere di coltivare, per non cancellare le tracce della storia e delle sofferenze. Il ricordo è un dovere, per impedire il prevalere dell'ignoranza e per far sì che certi orrori non avvengano mai più."

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO