Contenuto della pagina

Certificazione Anagrafica

A far data dal 1 gennaio 2012 tutte le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione, compresi i certificati anagrafici e di stato civile, sono validi ed utilizzabili esclusivamente nei rapporti tra privati.

Pertanto il cittadino che si rivolge ad una Pubblica Amministrazione, oppure ad un privato che gestisce un pubblico servizio, deve presentare una semplice autocertificazione. Quest'ultima può essere resa direttamente davanti al funzionario senza altre attività ovvero  redatta prima, allegando la fotocopia di un documento di identità valido.

 I certificati emessi dal 01/01/2012 conterranno l'indicazione:
"Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi" a pena di nullità del certificato stesso.
Le Pubbliche Amministrazioni ed i privati gestori di pubblici servizi non possono pertanto chiedere alla cittadinanza di consegnare certificati, che sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni in autocertificazione. (art. 15 Legge n° 183 del 12 novembre 2011).

Il  certificato utilizzato nei rapporti tra privati è sempre in bollo (€ 16,00 più € 0,52 per diritti di segreteria), ad eccezione dei certificati gratuiti (nascita, matrimonio, morte) e dei certificati anagrafici emessi per esclusivo utilizzo nell'ambito di procedimenti giurisdizionali in materie per le quali vige l'esenzione del bollo (€0,26 per diritti di segreteria), quali:
a) procedimenti in materia penale;
b) controversie in materia di assicurazioni sociali obbligatorie ed assegni familiari;
c) controversie individuali di lavoro o concernenti pubblico impiego;
d) controversie in materia di pensioni dirette o di reversibilità;
e) controversie in materia di equo canone delle locazioni di immobili urbani;
f) scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
g) recupero crediti professionali dei difensori d'ufficio;
h) adozione, affidamento e tutela di minori.
i) iscrizione associazioni sportive .


Modalità di richiesta


1 ) Richiesta personalmente presentata:
la domanda di certificazione può essere rivolta personalmente e direttamente all'Ufficio di "certificazione unica" demografica ( piano terra - area demografica - Piazza Dante).
Occorre sempre esibire un documento di riconoscimento  e specificare l'uso che si intende fare della certificazione medesima. I certificati anagrafici sono sì pubblici ma il rilascio deve rispettare il corretto trattamento del dato , con specifica tutela dei diritti del soggetto a cui la certificazione si riferisce. 

2 ) Richiesta per posta:
il cittadino che non intende o non può avvalersi delle sopra indicate modalità, per accedere alla certificazione anagrafica o di stato civile, deve inviare OBBLIGATORIAMENTE una RICHIESTA SCRITTA E MOTIVATA, in busta chiusa, al seguente indirizzo "Comune di Campi Bisenzio - Piazza Dante n. 36 - 50013 - Campi Bisenzio " indicando TUTTE le generalità dell'intestatario del certificato utili per il rilascio del certificato (NOME, COGNOME, LUOGO DI NASCITA, DATA DI NASCITA, INDIRIZZO DI RESIDENZA e, per i certificati di matrimonio LUOGO E DATA DI MATRIMONIO ovvero per quelli di DECESSO luogo e data di decesso).

Alla richiesta deve essere allegata, a pena di rifiuto dell'istanza:
- fotocopia completa di un documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente;
- una busta preaffrancata e preindirizzata per l'invio a mezzo posta del certificato emesso;
- una marca  da 16 euro per la certificazione in bollo.

Inoltre saranno da allegare i seguenti importi corrispondenti ai diritti di segreteria:

- Certificati ed Estratti di nascita, matrimonio e morte: GRATIS
- Tutti gli altri certificati IN CARTA SEMPLICE: € 0,26
- Tutti gli altri certificati IN BOLLO: € 0,52

Per ogni utile comune, si suggerisce inoltre di lasciare un proprio contatto.

Non è possibile accettare ed evadere le suddette richieste per fax.

Modulo di autocertificazione

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO