Contenuto della pagina

Ugo Brilli riceve la Croce al Merito da parte del Presidente della Repubblica Federale Tedesca

 

La cerimonia privata si terrà lunedì 9 dicembre a Campi Bisenzio

 
Campi Bisenzio, 3 dicembre 2019 - Ugo Brilli (*1922) riceve il Cavalierato dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania, conferito dal Presidente della Repubblica Federale Frank-Walter Steinmeier.

Il riconoscimento viene conferito al signor Brilli per il fondamentale contributo che ha dato alla comune cultura della memoria che è di grandissima importanza per le relazioni tra l'Italia e la Germania.  

La cerimonia privata di consegna avrà luogo il 9 dicembre, alle ore 15, nella sala consiliare Sandro Pertini del Comune di Campi Bisenzio, in Piazza Dante, alla presenza del Sindaco Emiliano Fossi e del Ministro Annette Walter in rappresentanza dell'Ambasciata di Germania.  
Ugo Brilli era uno dei seicentomila soldati italiani che dopo l'armistizio del 9 settembre 1943 si rifiutarono di collaborare con nazionalsocialisti e fascisti, e per questo furono internati nei lager tedeschi, in condizione disumane. Cinquantamila di loro morirono durante la prigionia.

Con le sue testimonianze, gli incontri con le scuole e con i cittadini, Ugo Brilli ha aiutato tedeschi e italiani a capire questa tragica storia. In particolare Ugo Brilli ha dato importanti informazioni ai ricercatori che curano il Memoriale degli Internati Militari Italiani nell'area del campo di prigionia di Berlino-Niederschöneweide, inaugurato nel 2016 alla presenza dei Ministri degli Affari Esteri di Italia e Germania.  

"Sono molto felice del riconoscimento che viene consegnato a Ugo Brilli - dichiara il Sindaco Emiliano Fossi - ogni giorno, dobbiamo ricordare quanto, tutti noi, dobbiamo alla generazione di Ugo Brilli. Tramite Ugo vogliamo ringraziare e ricordare tutti quelli che, come lui, hanno fatto una scelta, nonostante l'altissimo prezzo da pagare, per sconfiggere l'abominio fascista e l'invasione nazista".

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO