Contenuto della pagina

Non sprechiamo l'acqua, usiamola bene e solo per scopi primari

Campagna sensibilizzazione Pubbliacqua

Perchè risparmiare e usare bene l'acqua?

L'acqua «sembra» una risorsa rinnovabile, perché ritorna sempre con le piogge e attraverso i fiumi,ma la quantità di acqua dolce utile e «buona», disponibile sul pianeta, diminuisce ogni anno.
Le attività umane incidono sia dal punto di vista quantitativo - per i volumi prelevati - sia qualitativo: le acque sono infatti spesso restituite ai corsi idrici degradate da rifiuti e sostanze tossiche, in ogni caso mai come le abbiamo ricevute.
E' sempre più urgente, quindi, una gestione responsabile; con strategie per limitare i prelievi, gli usi, gli sprechi e per garantire al tempo stesso il mantenimento di standard di qualità. Risparmiare acqua non dovrebbe apparire come un vincolo, bensì come una priorità che tocca la vita di ognuno di noi e del nostro futuro.

Tutti siamo chiamati a risparmiare e ad usare bene l'acqua.
L'azienda Publiacqua e l'Amministrazione Comunale di Campi Bisenzio, sono certamente le prime a essere impegnate, non solo per individuare le soluzioni alle diverse problematiche, ma anche per mantenere un buon standard di erogazione dell'acqua pubblica, nonostante la lunga siccità.
Un ruolo importante, però, lo può e deve svolgere ciascun cittadino, attraverso l'attenzione a alcuni semplici gesti quotidiani, che possono e devono cambiare.
Oggi, in tempo di crisi economica, la nostra mentalità è spesso sollecitata a cambiare e anche per il risparmio dell'acqua, la nostra testa deve cominciare a pensare in modo diverso, perché risparmiare acqua vuol dire, non solo risparmiare economicamente e far bene all'ambiente ed al pianeta, ma soprattutto significa poter dare diritto a tutti di avere l'acqua e anche rispettare i diritti delle generazioni future.

 

Tredici consigli per non sprecare l'acqua e usarla bene, risparmiando.

  1. Utilizzate la doccia invece della vasca, consumerete circa 50 litri d'acqua, anziché 150 litri.
  2. Tenete i rubinetti aperti solo il tempo strettamente necessario. Mentre vi lavate i denti, fate lo shampoo e vi insaponate potete benissimo chiuderli, risparmierete così dagli 8 ai 10 litri al minuto.
  3. Installare il frangigetto ai rubinetti (un piccolo miscelatore che mescola aria all'acqua e permette di ottenere un getto soddisfacente utilizzando meno acqua) fa risparmiare molto, costa poco ed è un'operazione semplice e veloce
  4. Mantenere rubinetti ed altri impianti idrici in efficienza, riparando perdite e malfunzionamenti appena si verificano, evita dispersioni di acqua inutili e costose. Un rubinetto che perde 30 gocce al minuto comporta uno spreco di 200 litri al mese. Uno sciacquone che perde può scaricare a vuoto anche 2.000 litri l'anno.
  5. Installare uno sciacquone con due tasti per due differenti volumi d'acqua, a seconda delle esigenze, è un altro modo semplice per non sprecare e consumare con intelligenza. Lo sciacquone rappresenta una percentuale importante dei consumi domestici d'acqua. Ogni volta che si preme il tasto vengono infatti rilasciati circa 10 litri d'acqua. Con il doppio pulsante si arrivano a risparmiare anche 26 mila litri all'anno.
  6. Lavastoviglie e lavatrice vanno sempre usate a pieno carico e magari privilegiando i programmi a più basso consumo di acqua. Anche in sede di acquisto è buona norma confrontare le diverse prestazioni delle macchine in commercio in merito al consumo di acqua.
  7. Lavate la macchina soltanto quando è strettamente necessario e con un secchio d'acqua riciclata (per esempio: quella del risciacquo delle stoviglie). Un secchio fa risparmiare moltissima acqua, circa 130 litri a lavaggio.
  8. Riciclate tutta l'acqua possibile: quella fatta scorrere mentre aspettate che venga calda, quella usata per cuocere la pasta, quella usata per sciacquare frutta e verdura. Anche questa acqua è preziosa e, ad esempio, può essere benissimo utilizzata per annaffiare le piante.
  9. Se lavate i piatti a mano, non lasciate scorrere l'acqua, ma riempite una bacinella ed utilizzate l'acqua strettamente necessaria.
  10. Annaffiate le piante con acqua riciclata (per esempio: quella utilizzata per il lavaggio delle verdure) e non al mattino o nel pomeriggio, ma alla sera, quando si riduce al minimo l'evaporazione dell'acqua.
  11. Se avete la possibilità d'installare una piccola cisterna in giardino, fatelo! l'acqua piovana raccolta dalle grondaie può essere conservata e riutilizzata per annaffiare. Coprite comunque ogni deposito d'acqua con una zanzariera, eviterete così la proliferazione delle zanzare.
  12. Per pulire vialetti, marciapiedi o corti interne alla casa spesso basta utilizzare la scopa. Usare la pompa dell'acqua produce uno spreco anche di 10 mila litri d'acqua.
  13. Quando andate in ferie per lunghi periodi chiudete il rubinetto centrale dell'acqua, eviterete i danni e gli sprechi che una perdita potrebbe provocare.

Ultimo consiglio: non dire ho sempre fatto così!

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO