Contenuto della pagina

L'acquisto della cittadinanza italiana

informazioni tradotte in cinese.
informazioni tradotte albanese.
informazioni tradotte arabo.
informazioni tradotte rumeno.

 
Libretto di passaporto della Repubblica Italiana chiuso e posto su una cartina geografica

Che cos'è

La cittadinanza è lo status giuridico personale che consente alla persona di essere riconosciuto come appartenente ad un determinato Stato. 
In conseguenza, il nuovo cittadino godrà dei diritti e sarà tenuto ai dovuti conseguenti al nuovo status. 

 
 

Quali sono i casi di acquisto della cittadinanza

La Cittadinanza Italiana si acquisisce automaticamente:

- per filiazione "jure sanguinis"  o diritto di sangue in virtù del quale il figlio nato da padre o da madre italiana è cittadino italiano dovunque avvenga la nascita;
- per nascita sul territorio italiano
"jure soli" o diritto di suolo, se i genitori sono ignoti o apolidi oppure se i genitori stranieri non trasmettono la propria cittadinanza al figlio secondo la legge del proprio Stato di appartenenza o se il minore è stato rinvenuto in una condizione di abbandono sul territorio italiano;
- per riconoscimento di paternità o maternità
da parte di un cittadino o una cittadina italiana o a seguito di dichiarazione giudiziale di filiazione di un minore;
- per adozione, da parte di un cittadino o cittadina italiana, di un minore.

La cittadinanza italiana si può riacquistare:
Coloro che, trasferitisi all'estero,  abbiano perso la cittadinanza italiana per una qualsiasi causa possono riacquistarla al loro rientro in Italia.

La Cittadinanza Italiana si può acquisire su istanza da presentare in Comune nei seguenti  casi:
1) discendente da avo italiano ( art. 1 della legge 5 Febbraio 1992, n. 91). 
A maggior delucidazione e chiarimento circa la documentazione da produrre, si fa riferimento alla Circolare n. K28.1 dell'8 Aprile 1991 ancor oggi vigente.
2 ) acquisto con manifestazione di volontà per straniero nato in Italia ( art. 4 comma 2 della legge 5 Febbraio 1992, n. 91: "lo straniero nato in Italia, che vi abbia risieduto legalmente senza interruzioni fino al raggiungimento della maggiore età, diviene cittadino se dichiara di voler acquistare la cittadinanza italiana entro un anno dalla suddetta data" ).
3 ) filiazione di chi acquista o riacquista la cittadinanza italia ( art. 14 della legge 5 Febbraio 1992, n. 91: "I figli minori di chi acquista o riascquista la cittadinanza italiana, se convivono con esso, acquistano la cittadinanza italiana, ma divenuti maggiorenni, possono rinunciarvi, se in possesso di altra cittadinanza" ) 

La Cittadinanza Italiana si può altresì acquisire su istanza da presentare alla Prefettura di Firenze nei seguenti casi:
- acquisto per matrimonio con cittadino italiano ( art. 5 Legge 5 Febbraio 1992, n. 91 )
-  acquisto per residenza in Italia ( art. 9 Legge 5 Febbraio 1992, n. 91 ) 

La Cittadinanza Italiana si acquisisce in base a Leggi Speciali nei seguenti casi:
- discendenti di cittadini ex impero austro-ungarico
- discendenti di cittadini residenti nel territorio di Trieste durante la 2^ Guerra Mondiale
- discendenti di cittadini dei territori ex italiani ceduti all'Jugoslavia dopo la 2^ Guerra Mondiale

A causa dell'estrema complessità delle procedure si consiglia di prenotare un appuntamento con l'Ufficio di Stato Civile.

Giuramento

Entro sei mesi dalla data di notifica del Decreto di concessione della cittadinanza, deve essere reso il giuramento di cui all'art.10 della Legge 91/1992.
Per richiedere di rendere giuramento davanti al Sindaco, o suo delegato, occorre prendere  appuntamento con l'Ufficio di Stato Civile.
 

Riferimenti Normativi

L. 98/2013 (art.33) Conversione, con modificazioni, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69 Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia D.P.R. 396/2000 -  Regolamento per la revisione e semplificazione dell'ordinamento di stato civile a norma dell'art. 2 comma 12 L. 127/1997 - Semplificazione delle norme sulla documentazione amministrativa DPR 572/1993 - Regolamento di esecuzione della legge 5 febbraio 1992, n.91, recante nuove norme sulla cittadinanza -  L. 91/1992 Nuove norme sulla cittadinanza - L. 555/1912 Legge 13 giugno 1912, n.555 sulla cittadinanza italiana - L. 151/75  Riforma del diritto di famiglia.

Link esterni

Costi

A decorrere dal 05/10/2018, ai sensi dell'art. 14 del D.L.4 Ottobre 2018 n. 113, il contributo al cui pagamento sono soggette le istanze o dichiarazioni di elezione, acquisto, riascquisto, rinuncia, o concessione della cittadinanza italiana, è di importo pari a 250 euro
Vedi Circolare
Bollettino

Conoscenza della Lingua italiana

Il Decreto Legge 04 Ottobre 2018 n. 113 sottopone l'acquisto della cittadinanza italiana per matrimonio ( Art. 5 ) e per residenza ( Art. 9 ) al possesso da parte dell'interessato di un'adeguata conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello B1 del Quadro Comune Europeo di riferimento per le Lingue (QCER)

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO