Contenuto della pagina
Le mani di due persone sostengono un cuore rosso

La donazione di Organi e Tessuti

Informazioni generali

Migliaia di persone ogni anno sono salvate con il trapianto,  grazie alla solidarietà di quanti hanno scelto di donare i propri organi e tessuti dopo il decesso.
Soltanto quando il paziente è deceduto a causa di una lesione encefalica che ha causato l'irreversibile cessazione di tutte le sue funzioni cerebrali, può essere valutato l' eventuale espianto di organi e tessuti.
La vigente normativa prevede, in tali casi, un accertamento  di morte complesso  e rigoroso volto a stabilire, per almeno 6 ore consecutive, l'assenza contemporanea di riflessi che partono dal cervello, reazione a stimoli dolorifici, respiro spontaneo, stato di coscienza, qualsiasi attività elettrica del cervello. Il monitoraggio è compiuto da tre  medici specialisti ( un medico legale - un rianimatore - un neurofisiopatologo ).
Non è possibile conoscere nè il nome del donatore nè quello del ricevente in quanto gli organi vengono assegnati  in base alle condizioni di urgenza ed alla compatibilità  clinica ed immunologica delle persone in attesa di trapianto. I costi del trapianto sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale.



La volontà di donazione e la Carta d'Identità

E' oggi possibile esprimersi sulla donazione di organi e tessuti anche presso il Comune.
In occasione del ritiro o del rinnovo della della carta d'identità, l'Ufficiale di Anagrafe chiederà al cittadino maggiorenne di esprimersi sulla donazione degli organi e dei tessuti.
Potrà essere espresso consenso (sì, sono favorevole ), dissenso ( no, non sono favorevole ) ovvero potrà essere rappresentata la circostanza di non aver ancora maturato un orientamento ( non mi esprimo ).
Il modulo che contiene la scelta dovrà essere firmato. Si tratta di due originali, uno dei quali è trattenuto e conservato presso l'Ufficio, l'altro è consegnato al cittadino.
La decisione è trasmessa in tempo reale al S.I.T. ( Sistema Informativo Trapianti ), la banca dati del Ministero della Salute che raccoglie tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni.
E' sempre possibile modificare la propria scelta in quanto fa fede l'ultima volontà in ordine di tempo.
In caso di variazione tuttavia occorrerà rivolgersi all'Azienda Sanitaria Locale.

Riferimenti Normativi

La dichiarazione della volontà di donare gli organi è regolamentata dalla:
-  legge n. 91 del 1 aprile 1999 e dal decreto ministeriale del 8 aprile 2000 che garatiscono libertà di scelta sulla donazione
-  legge n. 25/2010 ( "Milleproroghe")
-  legge n. 98/2013 ( "Decreto del Fare")

Le altre modalità per esprimerti sulla donazione

E' possibile esprimere la propria scelta anche nei seguenti modi:

- utilizzando il modulo disponibile presso la  A.S.L. di appartenenza;
- firmando l'atto olografo dell'A.I.D.O.  ( Associazione Italiana Donatori di Organi, Tessuti e Cellule );
- compilando e firmando il Tesserino Blu del Ministero della Salute o le Tessere distribuite dalle Associazioni di settore ( Dono Card ). In tal caso occorre portarle con sè;
- scrivendo su un foglio libero la propria volontà con data, firma e dati anagrafici. Tale documento andrà conservato come un testamento olografo.
Come sopra precisato le dichiarazioni di volontà  sono registrate all'interno  del Sistema Informativo Trapianti ( S.I.T.) ad eccezione della dichiarazione in carta libera, del Tesserino Blu e delle Dono Card, considerate valide comunque ai sensi di legge.

Costi del servizio

Il servizio non ha alcun costo

Numero Verde Regionale

Per informazioni più specifiche  è disponibile il seguente numero verde 800-556060

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO