Contenuto della pagina

Deposito variante art.143 co.3 L.R. 65/2014 (variante finale)

Disciplina del procedimento

La L.R. 65/2014, prevede che determinate tipologie di modifiche sopravvenute nel corso di svolgimento dei lavori rispetto a quanto previsto nel progetto originario depositato con SCIA o autorizzato tramite rilascio di permesso di costruire, possano essere denunciate dopo l'avvenuta esecuzione mediante il deposito in Comune della cosiddetta "variante finale". 
Le condizioni di ammissibilità della variante sono espressamente elencate nell'art.143 della Legge Regionale n.65/2014. Al di fuori di tali casistiche, le modifiche possono essere eseguite solo dopo aver presentato la variante in corso d'opera. 

 

Dove rivolgersi

Per informazioni inerenti le modalità di presentazione, gli adempimenti necessari per il deposito della variante finale, è possibile rivolgersi allo Sportello dell'Edilizia negli orari di apertura al pubblico.

 

Modalità di presentazione

 

Variante art.143 co.3 e contestuale chiusura dei lavori

Qualora la variante finale sia depositata a conclusione delle opere previste nel progetto, ovvero al termine della validità del titolo edilizio originario, ad essa deve essere allegata la comunicazione di fine lavori/certificato di conformità. Il deposito, qualora avvenga oltre 20 giorni dalla data di effettiva conclusione dei lavori indicata nel modello di fine lavori, comporta l'applicazione della sanzione amministrativa prevista dal Regolamento Edilizio Comunale. 

 

Modulistica

 

Costi di presentazione

La variante finale è soggetta a pagamento dei diritti di segreteria stabiliti dal Comune.
Non è soggetta ad imposta di bollo.

 

Normativa

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO